Città di Troia (Fg) - Sito Istituzionale

  • Martedi, 21 novembre 2017

Sei in: Homepage / Notizie / GEMELLAGGIO TROIA-ATESSA INTORNO AI RITI DELLA SETTIMANA SANTA

Notizie

Dettaglio notizia

 

GEMELLAGGIO TROIA-ATESSA INTORNO AI RITI DELLA SETTIMANA SANTA

GEMELLAGGIO TROIA-ATESSA INTORNO AI RITI DELLA SETTIMANA SANTA Categoria: Altro
Data: 14/08/2010 ore 13:26:55


 

I sodalizi ‘Ate-Tixe Studium’ e il gruppo ‘Amici Passione Vivente Troia’ danno vita ad un incontro che mette insieme storia, cultura, turismo religioso e tradizioni popolari

 

 

Si è tenuto ieri pomeriggio nell’Aula Consiliare del comune di Atessa (Ch), in occasione dell’edizione estiva della rappresentazione della ‘Passione vivente’, il previsto gemellaggio tra la locale fondazione ‘Ate-Tixe Studium’ e il gruppo ‘Amici Passione Vivente Troia’.

Entrambi i sodalizi da oltre vent’anni organizzano lo spettacolo, con tanto di attori, comparse, scenografie, abiti d’epoca che riproduce i momenti legati alla Passione di Cristo.

Visibilmente soddisfatti i troiani Antonio Marino e Carlo Rubino e l’atessino Giuseppe Rancitelli che rappresentano le due organizzazioni. Presenti anche rappresentanti dello Staff dell’organizzazione che opera nella città della provincia di Chieti.

La cerimonia ufficiale che ha dato vita al gemellaggio è stata suggellata da uno scambio di doni alla presenza dei rappresentanti delle due Amministrazioni Comunali: per Troia, l’assessore alla Cultura Renato Ciccarelli, per Atessa il sindaco Nicola Cicchitti.

L’incontro sottolinea la vivacità culturale delle città di Troia e di Atessa, suggestivi scenari naturali dei riti della Settimana Santa, e mette in evidenza lo sforzo compiuto nella ricerca e nella ricostruzione storica degli eventi legati, appunto, alla Passione di Cristo.

Numerosi gli attori del Gruppo Teatrale Troiano, che integra le sue attività con il gruppo ‘Amici Passione Vivente Troia’, che al termine della serata hanno partecipato alla sfilata per le vie della città di Atessa.

Sempre forti le emozioni vissute, legate ad un momento devozionale intenso e molto sentito dalle nostre popolazioni. Surreale l’atmosfera creata dai tanti appassionati, operai, scenografi, attori, che hanno operato in un clima caldo e umido ai limiti della sopportazione.

Il gemellaggio si inserisce nel quadro delle iniziative di carattere culturale legate al circuito delle attività promozionali turistico-religiose, da attivare attraverso la valorizzazione delle identità territoriali e la salvaguardia della memoria delle tradizioni popolari.