Città di Troia (Fg) - Sito Istituzionale

  • Martedi, 21 novembre 2017

Sei in: Homepage / Notizie / CONSIGLIO COMUNALE DEL 7 OTTOBRE: APPROVATE LE MODIFICHE AL REGOLAMENTO IUC PER LA TARI E IL BILANCIO DI PREVISIONE DELL'ESERCIZIO 2014

Notizie

Dettaglio notizia

 

CONSIGLIO COMUNALE DEL 7 OTTOBRE: APPROVATE LE MODIFICHE AL REGOLAMENTO IUC PER LA TARI E IL BILANCIO DI PREVISIONE DELL'ESERCIZIO 2014

CONSIGLIO COMUNALE DEL 7 OTTOBRE: APPROVATE LE MODIFICHE AL REGOLAMENTO IUC PER LA TARI E IL BILANCIO DI PREVISIONE DELL'ESERCIZIO 2014 Categoria: Altro
Data: 09/10/2014 ore 08:26:37

CONSIGLIO COMUNALE DEL 7 OTTOBRE: APPROVATE LE MODIFICHE AL REGOLAMENTO IUC PER LA TARI E IL BILANCIO DI PREVISIONE DELL'ESERCIZIO 2014

Nella lunga seduta del Consiglio Comunale dello scorso 7 ottobre, approvati tutti i punti all'ordine del giorno inerenti le modifiche al Regolamento IUC per la determinazione della TARI e quanto previsto per il Bilancio di previsione dell'esercizio 2014.

 

Una lunga seduta di circa 4 ore, ha visto licenziati presso Palazzo D'Avalos, a Troia, tutti i 9 punti all'ordine del giorno, attinenti il Regolamento IUC con la modificazione della disciplina inerente la TARI, la nuova tassa sui rifiuti, l'approvazione  del programma triennale dei lavori pubblici 2014-2016 e del bilancio di previsione dell'esercizio 2014.

Ad illustrare le modifiche apportate al Regolamento IUC, per quanto relativo alla definizione della TARI, l'assessore Fausto Aquilino, che ha spiegato come le modificazioni si siano rese necessarie per gli inevitabili riflessi che gli archivi comunali avrebbero causa sul software gestionale della tassa per lo smaltimento rifiuti. Questo al fine di evitare errori di calcolo nella modulazione dei dati previsionali.

Gli inevitabili aumenti, determinati dalla nuova concezione propria dello Stato Centrale di servizi pagati esclusivamente ed integralmente dai cittadini, trovano concorso nel fatto che la TARI gravi solo sui cittadini residenti e secondo un riparto dei costi del servizio di smaltimento rifiuti (determinati direttamente dall'azienda che a Troia se ne occupa) che vede concorrere contemporaneamente la dimensione della superficie considerata, il numero di occupanti e una serie di coefficienti determinati in via previsionale di volumi di rifiuti prodotti direttamente secondo disposizioni di legge.

Alla proposta del consigliere di minoranza, Giuseppe Beccia, di pensare ad una riduzione della TARI per i cittadini che adotteranno uno dei cani ospitati presso il rifugio-canile comunale, ha risposto il sindaco, Leonardo Cavalieri, ricordando come purtroppo l'iniziativa non sia attuabile in considerazione del fatto che il costo totale della raccolta debba essere coperto integralmente e che un'eventuale esenzione possa essere prevista solo se coperta con altre entrate derivanti dalla fiscalità locale.

A questi ha fatto poi seguito l'illustrazione da parte del consigliere di maggioranza Angelo Moffa e l'approvazione del programma triennale dei Lavori Pubblici per il triennio 2014-2016 e la ricognizione delle aree e fabbricati da destinarsi alla residenza, alle attività produttive e terziarie che potranno essere ceduti in proprietà o in diritto di superficie. In particolare, all'interno dei lavori pubblici, particolare rilievo troveranno quelli relativi al centro cottura presso le scuole elementari, intervento totalmente a carico dell'impresa aggiudicataria del bando per la gestione del servizio mensa, il completamento dell'Incubatore di Impresa nella zona PIP, la realizzazione del Centro del Gusto presso San Francesco, la messa in sicurezza per la prevenzione del rischio sismico dell'Istituto "Giannone", il rifacimento dell'illuminazione pubblica e, per l'ultimo anno considerato, il 2016, i lavori presso la caserma dei Carabinieri di Troia e la creazione di parcheggi multipiano.

Ai rilievi posti dal consigliere Giuseppe Beccia, riguardo la segnalazione di proposte quali un'area mercatale per la vendita di prodotti a chilometro zero, la realizzazione di una piscina coperta e l'adeguamento degli immobili comunali affinché divengano ad emissione zero, ha fatto seguito la replica di Moffa che ha sottolineato come la non indicizzazione di tale opere nel piano triennale dipenda dal fatto che i loro importi, non superando i 100.000€, non prevedono l'inserimento nella programmazione.  In particolare favorire in una apposita area mercatale la vendita di prodotti a chilometro zero è già in fase di definizione, come pure è in valutazione il percorso concernente la possibilità di realizzare una piscina al coperto. Discorso più complesso e di difficile attuazione, invece, quanto attinente alla riduzione a zero delle immissioni degli immobili comunali per la natura strutturale degli stessi e per le particolarità architettoniche che li caratterizzano.

Ultimo punto all'ordine del giorno, quindi, quello relativo all'approvazione del Bilancio di previsione, trattato dall'assessore Aquilino. Il bilancio è quest'anno redatto sposando una nuova tecnica, che lo rende più intellegibile grazie a classificazioni differenti degli impegni di spesa, con informazioni utili e più facilmente leggibili. Le entrate locali, stando alle previsioni future riguardo il ridursi delle finanze messe a disposizione dallo Stato per gli enti locali, dovranno andare verso un ideale raddoppio per poter coprire la spesa in previsione. Dentro i margini piuttosto ingessati del futuro, sarà inoltre assolutamente necessario pensare di ridurre la pressione fiscale sui contribuenti, pensando a servizi eccellenti erogati a prezzo pubblico grazie alla collaborazione con attori economici sociali specializzati.