Città di Troia (Fg) - Sito Istituzionale

  • Venerdi, 24 novembre 2017

Sei in: Homepage / Notizie / IL COMUNE APPROVA LA CONVENZIONE PER L’ARO 7 FG

Notizie

Dettaglio notizia

 

IL COMUNE APPROVA LA CONVENZIONE PER L’ARO 7 FG

IL COMUNE APPROVA LA CONVENZIONE PER L’ARO 7 FG Categoria: Altro
Data: 07/04/2013 ore 22:47:50

IL COMUNE APPROVA LA CONVENZIONE PER L’ARO 7 FG

 

Lo svolgimento delle funzioni associate di organizzazione del servizio di raccolta, spazzamento e trasporto RSU trova forma nella costituzione di una nuova associazione di comuni vicini

 

Il Consiglio Comunale di Troia, si è riunito nel fine settimana in seduta d’urgenza.

Due gli argomenti all’ordine del Giorno: la richiesta di decadenza dalla carica di consigliere comunale Gianfranco D’imperio; l’approvazione dello schema di convenzione tra i comuni dell’Ambito di Raccolta Ottimale A.R.O. FG n.7 per la costituzione di una associazione di comuni.

Il capogruppo di minoranza Giovanni D’Attoli ha chiesto la verifica del rispetto dell’art. 16 dello Statuto Comunale in ordine alle assenze del componente della massima Assise cittadina Gianfranco D’imperio. La richiesta è nata, come più volte ribadito dallo stesso artefice della richiesta, “non da considerazioni che investono la sfera personale” ma dalla necessità di garantire una presenza e una azione più incisiva dei gruppi di minoranza che, “lo ricordo, rappresentano solo un terzo dell’intero Consiglio”. “Noi minoranza - ha aggiunto in proposito D’Attoli - abbiamo poche occasioni di parlare con la maggioranza e con il Consiglio Comunale. Abbiamo necessità di rispettare il ruolo di stimolo e confronto costruttivo al quale siamo stati delegati da chi ci ha votato, non si tratta di una semplice questione di bon ton”.

Nel dibattito sull’argomento sono intervenuti Nicola Scrima, che ha espresso solidarietà al consigliere D’Imperio, Carlo Rubino, che ha invitato a “prendere atto della decadenza del Consigliere” e lo stesso consigliere accusato di essere troppo assente dai lavori del Consiglio, che si è difeso rigettando decisamente le accuse.

Il Sindaco, al riguardo, ha ricordato che nella prassi del Comune di Troia non è mai stato sollevato questo problema.

Il dibattito si è concluso con il voto che ha rigettato la richiesta di decadenza. Tre gli astenuti.

Articolata anche la discussione relativa alla nuova organizzazione regionale dei servizi pubblici locali la cui normativa, nel definire i principi in materia di ciclo integrato di gestione dei rifiuti urbani ed assimilati, prevede la possibilità, in sede di pianificazione regionale, di definire perimetri di rilievo sub-provinciale per l’erogazione dei soli servizi di spazzamento, raccolta e trasporto denominati Ambiti di Raccolta Ottimali (ARO).

L’argomento, introdotto dall’assessore Domenico La Salandra, ha messo in evidenza la necessità di approvare la convenzione per l’organizzazione dell’ARO 7 FG per lo svolgimento delle funzioni associate di organizzazione del servizio di raccolta, spazzamento e trasporto RSU tra i Comuni di Alberona, Biccari, Castelluccio Valmaggiore, Celle di San Vito, Faeto, Lucera, Orsara di Puglia, Roseto Valfortore e Troia.

“Ma questa adesione ci vincola ad accettare ciò che decide il Comune Capofila” (Lucera, ndr), ha dichiarato in proposito Carlo Rubino che ha chiesto di prendere un po’ di tempo per rivedere i rapporti tra Comuni all’interno di questa nuova organizzazione. D’accordo anche Giovanni D’Attoli, che ha ipotizzato la possibilità di chiedere una revisione dello schema di convenzione. Posizione condivisa dal Sindaco, Edoardo Beccia, in considerazione del fatto che, a differenza di Lucera, il Comune di Troia ha già ottenuto risultati lusinghieri riguardo alla raccolta differenziata, fino a superare addirittura il 70%. “Ma siamo stati diffidati a procedere dalla Regione Puglia”, ha precisato Beccia, che in conclusione ha invitato ad approvare lo schema di convenzione “obtorto collo”.

L’argomento è stato, quindi, licenziato con una sola astensione.

 

Troia,  7 aprile 2013                                                                            Nunzio Lops