Città di Troia (Fg) - Sito Istituzionale

  • Venerdi, 24 novembre 2017

Sei in: Homepage / Notizie / BANDO CONTRIBUTI AD INTEGRAZIONE CANONI DI LOCAZIONE 2011

Notizie

Dettaglio notizia

 

BANDO CONTRIBUTI AD INTEGRAZIONE CANONI DI LOCAZIONE 2011

BANDO CONTRIBUTI AD INTEGRAZIONE CANONI DI LOCAZIONE 2011 Categoria: Avvisi
Data: 27/10/2012 ore 08:49:45

BANDO DI CONCORSO PER L’ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI AD INTEGRAZIONE DEI CANONI DI LOCAZIONE PER L'ANNO 2011 - LEGGE 431/1998

 

IL COMUNE DI TROIA

 

RENDE NOTO

- Che la Regione Puglia con Delibera n. 1865 del 25 settembre 2012 ha individuato i Comuni beneficiari dei fondi per l’erogazione dei contributi “in favore degli affittuari di alloggi che hanno difficoltà nel pagamento del canone di locazione” relativamente ai contratti riferiti all’anno 2011, assegnando al Comune di Troia la somma di euro 10.484.31;

- Che il Comune di Troia, in virtù di quanto espressamente disposto nella deliberazione della Regione Puglia n.1865/2012, concorre con i propri fondi ad incrementare le risorse attribuite dalla Regione, nella misura del 30% pari ad euro 3.145.293;

 

SI INVITANO

i Cittadini interessati che si trovino in condizioni economiche disagiate e che hanno necessità di essere sostenuti nel pagamento del canone di locazione, a presentare, esclusivamente all’Ufficio Protocollo del Comune di Troia, apposita domanda scritta IMPROROGABILMENTE ENTRO E NON OLTRE IL 20 NOVEMBRE 2012 per consentire l’invio, alla Regione Puglia, della graduatoria atta a definire il fabbisogno ed a richiedere il relativo finanziamento.

LE DOMANDE PERVENUTE DOPO IL TERMINE SOPRA INDICATO SARANNO AUTOMATICAMENTE ESCLUSE DALLE PROCEDURE ISTRUTTORIE.

 

REQUISITI DI PARTECIPAZIONE:

Possono partecipare al bando i Cittadini i cui nuclei familiari abbiano:

1. un reddito annuo imponibile complessivo, risultante dall’ultima dichiarazione dei redditi, nonché da altri emolumenti, indennità, pensioni, sussidi, a qualsiasi titolo percepiti, ivi compresi quelli esentasse, non superiore a due pensioni minime INPS (cioè un reddito complessivo di € 12.177,00) rispetto al quale l’incidenza del canone di locazione risulti non inferiore al 14% (fascia “A”);

2. un reddito annuo imponibile complessivo, risultante dall’ultima dichiarazione dei redditi non superiore a quello determinato dalla Regione per l’assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica fissato in € 14.000,00 al quale, solo per i lavoratori dipendenti, vanno detratte € 516,46 per ogni figlio a carico e inoltre si applicano le relative riduzioni, rispetto al quale l’incidenza del canone di locazione risulti non inferiore al 24% (fascia “B”);

3. abbiano i contratti di locazione regolarmente registrati con validità per l’anno 2011;

4. i cui alloggi abbiano caratteristiche di EDILIZIA ECONOMICA POPOLARE (ERP), sia per quanto attiene alla tipologia edilizia, sia per quanto attiene alla superficie (Cat. catastale A/3-A/4), che non potrà dunque superare 95 mq di superficie utile, fatta eccezione per gli alloggi occupati da nuclei familiari numerosi (composti da sei persone ed oltre;

5. con superficie non superiore, quindi a mq 95, di cui all’art.2-L.n.54/84) e che, comunque, non rientrino nelle categorie catastali A1, A7, A8, A9;

6. che ognuno dei componenti il nucleo familiare non sia assegnatario di alloggi pubblici e che non abbia, su tutto il territorio nazionale, titolarità di diritto di proprietà, usufrutto, uso o abitazione su alloggi, anche realizzati con contributi pubblici, ovvero con finanziamenti agevolati, in qualunque forma concessi dallo Stato o da enti pubblici;

7. che non abbiano richiesto, in sede di Dichiarazione dei Redditi, la detrazione dei redditi d’imposta prevista per gli inquilini di immobili adibiti ad abitazione principale con contratto stipulato ai sensi della L.431/98.

8. che non abbiano vincoli di parentela e affinità entro il secondo grado o di matrimonio con il locatario.

 

LA DOMANDA

da compilare esclusivamente secondo il modello predisposto dall’Ufficio competente e da ritirare presso l’Ufficio URP /SEGRETERIA SINDACO o dal sito istituzionale www.comune.troia.fg.it è redatta sotto forma di “dichiarazione di responsabilità”(autocertificazione ai sensi del DPR n.445/2000), formulata con riferimento ai requisiti di ammissibilità al concorso e attestante:

a) la situazione reddituale e patrimoniale del nucleo familiare;

b) la professione svolta (se lavoratore dipendente o autonomo);

c) l’ammontare del canone di locazione con estremi della registrazione del contratto;

d) le caratteristiche tipologiche dell’edificio;

e) di non essere assegnatario di alloggio pubblico e di non aver usufruito della detrazione di cui al “rigo 41” della dichiarazione dei redditi;

f) altre dichiarazioni tra cui le informazioni ritenute utili ai fini dell’eventuale applicazione dell’art.2,comma 4° del D.M. LL.PP 7/6/1999;

 

VA OBBLIGATORIAMENTE ALLEGATO

1- Situazione di famiglia;

2- Copia, in carta semplice, del contratto di locazione, debitamente registrato presso la competente Agenzia delle Entrate con allegata la ricevuta di versamento della tassa annuale di registrazione del contratto, relativa all’anno 2011- La mancata registrazione comporta l’esclusione della domanda - ;

3- Copia del certificato catastale dell’alloggio oggetto del beneficio richiesto;

4- Copia della dichiarazione dei redditi, di ciascun componente il nucleo familiare: CUD-parte B-dati fiscali / UNICO 2012-rigo RN1 quadro RN,o il rigo CM8 del Quadro CM ( per i contributi minimi) e/o il RD11 del Quadro RD - per il modello 730-3-rigo 11 / ecc.- Vanno computati gli emolumenti, indennità, pensioni, sussidi, a qualsiasi titolo percepiti, ivi compresi quelli esentasse;

5- Per chi dichiara reddito “ZERO”,di importo inferiore a quello del canone di locazione e/o per i casi in cui l’incidenza del canone annuo sul reddito sia superiore all’80%, alla domanda deve essere allegata: CERTIFICAZIONE DELL’ASSISTENTE SOCIALE CHE ATTESTI CHE IL SOGGETTO RICHIEDENTE FRUISCE DI ASSISTENZA DEI SERVIZI SOCIALI del Comune, oppure:

a- Dichiarazione relativa alla fonte accertabile del reddito che contribuisce al pagamento del canone, oppure:

b- Nel caso in cui il richiedente dichiari di ricevere sostegno economico da altro soggetto, INDICAZIONE delle generalità di quest’ultimo e AUTOCERTIFICAZIONE del medesimo che attesti la veridicità del sostegno fornito e l’ammontare del reddito percepito, che deve risultare congruo rispetto al canone versato;

6- COPIA DI UN DOCUMENTO DI RICONOSCIMENTO IN CORSO DI VALIDITA’ (DPR n. 445/2000).

Non saranno ammesse a contributo domande presentate da lavoratori autonomi, a meno che gli stessi versino in situazione di particolare debolezza sociale (n.3 figli minorenni a carico, presenza nel nucleo familiare di ultrasessantacinquenne e/o di soggetto portatore di handicap -certificato ai sensi di legge-, nucleo familiare monogenitoriale, altre situazioni di disagio debitamente documentate).

L’Amministrazione Comunale si riserva, di concerto con le Autorità competenti (Agenzia delle Entrate e Guardia di Finanza), la verifica della sussistenza dei requisiti di partecipazione al bando, anche mediante indagini a campione.

Sarà motivo di esclusione dal beneficio: l’incompletezza della domanda; la mancata apposizione della firma del richiedente; la mancanza della copia del documento di identità del richiedente; ogni altro documento richiesto dal bando; la presentazione fuori termine.

Per ulteriori informazioni e per il ritiro degli stampati di domanda, gli interessati potranno rivolgersi presso l’Ufficio URP/Segreteria del Comune e sul sito istituzionale: www.comune.troia.fg.it.

Dalla Residenza Municipale, 24 ottobre 2012

L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE

 

Il modello di domanda