Città di Troia (Fg) - Sito Istituzionale

  • Venerdi, 24 novembre 2017

Sei in: Homepage / Cultura e Turismo / Personaggi Illustri / Nicola Fiore

Nicola Fiore

(1881-1976)

Nasce a Troia il 18 giugno 1881 a Troia, primogenito di sei figli, frequenta le scuole elementari e il ginnasio (sino al quarto) nel locale seminario. Rivela subito doti di artista ed è lo zio materno a sollecitare il padre Pasquale a fargli intraprendere gli studi artistici. Prima la Scuola professionale di Foggia (non adatta agli studi del giovane scultore), poi l'iscrizione all'Istituto di Belle Arti di Napoli e, infine, nel 1902 la frequenza dell'Istituto di Belle Arti di Roma. Ottiene riconoscimenti dallo scultore E. Ferrari, dal direttore dell'Istituto, prof. L. Rosso.

Verso la fine del terzo anno di Accademia viene chiamato a Troia dal vescovo Bergamaschi, che gli conferisce dei lavori per l'abbellimento di un salone del vescovado.

Termina gli studi romani, ritorna a Troia e, consigliato dai docenti degli Istituti di Belle Arti che aveva frequentato, sceglie di iniziare la attività di scultore nella città di Milano.

Nella città meneghina gli viene dato l'incarico dal Comune dell'insegnamento di plastica e di disegno, diventandone Direttore per oltre un trentennio. Nel 1930 accetta l'incarico governativo per la ricognizione delle opere d'arte di Brera e della Lombardia che non lo distrae dalla intensa attività di scultore. Muore il 1^ marzo 1976 a Milano.

Dopo la sua morte, la famiglia Fiore dona al Comune di Troia gli studi in gesso di diverse opere realizzate in bronzo dall'Artista.

Le opere più significative sono: Monumenti ai Caduti di Grosio (1924) e di Boffalora Ticino (1925), la Carità (1940), Santa Giovanna d'Arco (1050-1960), realizzata per il Duomo di Milano.